La Corea scende in campo a difesa del Gp

La Corea scende in campo a difesa del Gp

Gli organizzatori assicurano che il tracciato è completato al 79%

La Corea del Sud difende il suo Gran Premio dalle voci di un rinvio. A scendere in campo è stato Cho Chung Yung, l'amministratore e presidente della KaVo, la società che organizza la gara a Yeongam dal 22 al 24 ottobre, garantendo che il tracciato sarà pronto in tempo: "Mi ricordo che le stesse voci erano nate quando si doveva correre in Turchia e qualcosa di simile è successo anche l'anno scorso per Abu Dhabi”. Per smentire le chiacchiere si è mosso Bernie Ecclestone in persona che è andato a fare un sopralluogo in Corea. Gli organizzatori affermano che il tracciato è già completo al 79 per cento e smontano le critiche di chi dice che la ricettività alberghiera è limitata per una struttura che si trova a tre ore dalla capitale Seul. “Vorrà dire che al pubblico faremo montare le tende” - ha detto scherzando Cho Chung Yung. Secondo i coerani il progetto è stato sviluppato con la piena approvazione della Formula One Management e non subirà cambiamenti rispetto alle tempistiche che erano state lanciate...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie