F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola

Mercedes sviluppa una nuova iniezione diretta

Mercedes sviluppa una nuova iniezione diretta

In collaborazione con la Bosch arriverà sulla power unit una soluzione in grado di funzionare a 500 bar

La Mercedes non si vuole fermare: per Paddy Lowe, responabile tecnico della squadra di Brackley, la stagione 2014 è stata solo l'inizio di un ciclo vincente delle frecce d'argento. Il titolo Costruttori è già in bacheca e ora si aspetta ci fra Lewis Hamilton e Nico Rosberg diventerà campione del mondo piloti. I tecnici, comunque, sono già al lavoro per il prossimo anno e, in particolare, è molto attivo il gruppo dei motoristi diretti da Andy Cowell.

Stando alle indiscrezioni, infatti, uno degli sviluppi in corso sulla power unit PU106 A sarebbe sull'iniezione diretta. La Bosch, infatti, avrebbe sviluppato insieme agli specialisti di Brixworth un nuovo sistema di iniezione in grado di immettere il carburante in camera di combustione del 6 cilindri turbo da 1,6 litri a 500 bar di pressione, vale a dire al limite concesso dal regolamento, visto che quest'anno non andava molto oltre la metà di quel valore.

Oltre a migliorare le prestazioni (si parla di 40 cavalli in più rispetto a quest'anno con i 32 gettoni di sviluppo che la FIA concede a ogni Costruttore prima dell'omologazione dei propulsori 2015 in programma a fine febbraio), si dovrebbero ridurre anche i consumi, consentendo ai quattro team che saranno forniti l'anno prossimo (Mercedes, Williams, Force India e Lotus) di partire nei Gp con un minore quantitativo di benzina.

L'unica power unit che già disponeva dei 500 bar di pressione quest'anno è stata la Ferrari con il sistema della Magneti Marelli. La Casa di Corbetta fornirà un prodotto simile anche alla Honda che farà il suo debutto l'anno prossimo con la McLaren, mentre in Renault non sono convinti che sia necessario andare oltre i 250 bar avendo un limite nel regime di rotazione di 10.500 giri frutto proprio dei vincoli regolamentari del consumo istantaneo.

Nel disegno di Giorgio Piola tratto dal libro Analisi Tecnica 2013-2014 si può notare la perfetta integrazione della power unit Mercedes nel telaio della W05 Hybrid con lo scambiatore di calore acqua/aria per la prima volta inserito nella scocca, nello spazio rimasto libero dal serbatoio di carburante più piccolo e gli scarichi coibentati e molto corti che hanno permesso un buon recupero della temperatura dei gas per far funzionare al meglio il sistema ibrido dell'ERS.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Piloti Lewis Hamilton , Nico Rosberg
Articolo di tipo Ultime notizie
Topic F.1 analisi tecnica di Giorgio Piola