La Ferrari cambia l'F-Duct per la Turchia

La Ferrari cambia l'F-Duct per la Turchia

A Maranello stanno provando diverse soluzioni più efficaci ed ergonomiche

La Ferrari in Turchia vuole rompere la supremazia della Red Bull. La squadra del Cavallino aveva il potenziale per lottare con le RB6 anche nel Gp di Monaco, ma l'incidente di Fernando Alonso nelle prove libere di sabato a Massenet ha messo fuori gioco lo spagnolo che si è accontentato dei punti del sesto posto. Se non si vuole vedere fuggire Mark Webber e Sebastian Vettel, Fernando deve tornare a vincere con la rossa a Istanbul. Nei piani di Maranello, infatti, sono in arrivo altre importanti novità sulla F10 e la speranza è di chiudere il gap tecnico che divide la Ferrari dalle Red Bull. In Turchia, pista di medio carico e con un triplo curvone veloce che esalta l'efficienza aerodinamica delle monoposto, la F10 sarà dotata di un nuovo sistema F-Duct, molto più evoluto di quello un po' posticcio che è stato usato non senza qualche difficoltà da Fernando Alonso e Felipe Massa. I piloti per azionare il sistema che permette di stallare l'ala posteriore alle alte velocità dovevano togliere la mano sinistra dal volante e con il dorso del guanto andare a chiudere il buco di un tubo che portava l'aria dal cofano motore. Un'operazione che ha suscitato pesenti critiche in merito alla sicurezza, tanto da provocare la messa al bando dell'idea per il prossimo anno. La Ferrari, però, non ha certo dormito e ha sviluppato diverse soluzioni di F-Duct che ora sono al vaglio dei tecnici. La versione vista a Barcellona pare che alle basse velocità avesse un effetto negativo, togliendo carico alla Rossa e rendendo la monoposto instabile, mentre oltre un certo limite gli effetti benefici si erano visti perché le F10 erano costantemente le monoposto con le punte di velocità massima più elevate. Trovato il modo di far arrivare il tubo nella scocca (è stato usato il foro che fa passare i cablaggi elettrici ed elettronici), adesso è possibile rendere il sistema più fuzionale. Non è escluso che anche sulla Ferrari i piloti possano usare il ginocchio della gamba sinistra per innescare l'F-Duct al posto della mano sinistra. Proprio in questi giorni si stanno verificando soluzioni molto diverse al simulatore di Maranello. A trarre un sospiro di sollievo è Felipe Massa: il brasiliano, avendo le braccia più distese per impugnare il volante rispetto ad Alonso, era costretto a fare due movimenti per chiudere il famigerato buco, rendendo più complicata la guida. Ora anche Felipe verrà messo a suo agio, in modo che pure lui possa trarre il pieno potenziale da una soluzione che potrebbe favorire i sorpassi.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie