Il mistero del diffusore Renault

Il mistero del diffusore Renault

Alla McLaren sperimentavano una soluzione identica già nell'inverno

Alla McLaren quando hanno visto il diffusore della Renault sono rimasti senza parole: l'estrattore della R30 è incredibilmente simile a quello che era montato sulla MP4-25. Eppure nessun tecnico che ha lasciato di recente la squadra di Woking è approdato ad Enstone. Nell'ufficio tecnico del McLaren Technology Centre si domandano come abbiano fatto i tecnici diretti da James Allison ad “interpretare” il diffusore con gli stessi buchi nella parte inferiore, coperti da specifici profili sagomati che oltre a rispettare i vincoli di regolamento (nella vista dall'alto non si deve vedere nessuna luce), permettono di indirizzare i flussi per rendere più efficace l'effetto di risucchio generato dall'enorme area di depressione. Paddy Lowe, dt di Woking, per un attimo ha anche pensato che potesse esserci una sorta di spy-story (questa volta la McLaren sarebbe vittima e non carnefice), visto che la sperimentazione di questo diffusore era stata avviata nei test invernali. In realtà sembra che la Renault sia riuscita a portare in pista per prima l'interessante soluzione che tutti ora cercano di copiare, ancor prima che questa fosse montata sulle MP4-25 che hanno corso...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie