Domenicali: “Dobbiamo reagire subito”

Domenicali: “Dobbiamo reagire subito”

La Ferrari vuole cancellare la Turchia e punta sulla solidità del gruppo

Lo schiaffo turco ha fatto male, ma alla Ferrari non si vuole certo porgere l’altra guancia. I dieci punti raccolti ieri pomeriggio, figli soprattutto di una qualifica molto negativa che ha evidenziato un deficit di prestazione notevole rispetto a McLaren e Red Bull, sono un bottino troppo magro per una squadra che vuole lottare per il titolo: di questo tutti a Maranello ne sono perfettamente consapevoli. “Dobbiamo reagire subito e dimostrare il nostro valore — ha detto Stefano Domenicali al termine del consueto debriefing del lunedì — la capacità di sviluppare la macchina è sempre stata uno dei punti di forza della Ferrari e non ci sono motivi perché non lo sia ancora: gli uomini sono gli stessi, così come i metodi di lavoro. Ieri in pista, alla fine della gara, ho parlato con i giornalisti della necessità di essere innovativi e creativi e questo messaggio l’ho trasferito ai tecnici nella riunione di questa mattina. Il nostro è un gruppo forte e unito e ha una gran voglia di far vedere di che pasta è fatto”. Intanto la squadra è già al lavoro per preparare la trasferta in Canada. Le macchine e il materiale utilizzati all’Istanbul Park sono in viaggio in nave verso il porto di Trieste e saranno a Maranello nella giornata di mercoledì: altri due giorni e poi dovranno essere imbarcati sul cargo alla volta di Montreal. Non c’è un attimo di respiro in questa stagione molto intensa.

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie