Clamoroso: Lotus-Volkswagen in F.1 nel 2013?

Clamoroso: Lotus-Volkswagen in F.1 nel 2013?

Nella collaborazione fra il colosso tedesco e la Proton si parla anche di corse

Gruppo Volkswagen e Proton stanno per allearsi. Il colosso tedesco e il marchio malese si sono dati quidici giorni di tempo per definire la loro partnership futura che può sfociare in uno scambio di azioni o solo in una collaborazione limitata a qualche modello o mercato. Al momento non se ne sa molto di più, ma stando alle indiscrezioni che arrivano dai bene informati, già emerge che il rapporto potrebbe portare a scenari molto interessanti nel mondo delle corse, con intrecci che potrebbero diventare addirittura clamorosi. Kris Nissen, responsabile della Volkswagen Motorsport, alla recente 24 Ore del Nurburgring ha ammesso l'interesse della Casa tedesca alla Formula 1 se ci saranno le condizioni regolamentari per un ingresso nel Circus. Non è solo un'ammissione di intenti, perché un tecnico germanico partecipa alle riunioni dei motoristi per discutere le norme sui propulsori 2013. La Volkswagen, insomma, è interessata a mettere piede nel mondo dei Gp come fornitrice del futuro quattro cilindri turbo di 1600 cc dotato dell'iniezione diretta e il kers. La Proton, per contro, ha concesso la licenza del marchio Lotus Racing a Tony Fernandes, il titolare dell'Air Asia (la compagnia aerea low cost più importante del mercato orientale che è partecipata nel capitale della Casa malese) che ha dato vita quest'anno ad uno dei tre team nuovi presenti in F.1 e che fa correre il nostro Jarno Trulli. È indubbio che la Lotus Racing è un laboratorio che cresce in parallelo al marchio del fondatore Colin Chapman. Finché si rimediano delle brutte figure, sarà la squadra di Fernandes, ma quando saprà lasciare il fondo dello schieramento, potrebbe entrare nell'orbita dalla Lotus Car, la prestigiosa società che è controllata dalla Proton come la Lotus Engineering. Se è vero che due più due fa quattro, beh allora è facile prevedere che in un futuro non troppo lontano potremmo anche vedere in F.1 un telaio Lotus motorizzato Volkswagen. Oggi l'anticipazione può far storcere il naso a qualcuno, ma c'è chi giura che sia stato un argomento discusso dal presidente della Proton, Datuk Mohd Nadzmi Salleh, con gli emissari del Gruppo di Wolfsburg. La Lotus è sempre stata a vocazione telaistica, mentre la Volkswagen vuole esaltare il ruolo di motorista nelle competizioni: in chiave 2013, quando le regole della F.1 verranno rivoluzionate con l'introduzione del nuovo Patto della Concordia, un matrimonio sportivo di questo prestigio darebbe grande lustro al Circus. Le gerarchie esistenti nel paddock potranno essere rivoluzionate perché tutti i costruttori partiranno da zero con progetti del tutto nuovi. Le monoposto saranno destinate a cambiare faccia: per esempio si parla molto dell'adozione di cerchi da 18 pollici che cambierebbero il lay-out delle vetture in modo significativo, tale da cancellare le esperienze acquisite in precedenza. E Bernie Ecclestone, l'uomo che controlla ogni refolo d'aria che si muove nel Circus, non può che essere entusiasta all'idea di vedere un giorno in pista una Lotus-Volkswagen. Lo scambio di tecnologie potrebbe non limitarsi solo ai Gp: la Proton è interessata anche al mondiale turismo. Si era fatta avanti con il promotore della serie Marcello Lotti, ma si era fermata perchè in gamma non dispone di un motore 1600 cc turbo. Propulsore che nel Gruppo Volkswagen sta già sviluppando la Seat, marchio spagnolo che sta dominando il WTCC negli ultimi anni. Le porte, insomma, sono aperte...

Diventa parte di qualcosa di grande

Scrivi un commento
Mostra commenti
A proposito di questo articolo
Campionati Formula 1
Articolo di tipo Ultime notizie